La cucina di Ema
branzino_Savini
RECENSIONI

Savini Ristorante di Milano

Il Savini Ristorante è storico nella città di Milano, una vera leggenda.
Le vecchie generazioni ce l’hanno nel cuore come un mito da custodire, è il ristorante di lusso aperto nel 1867, un luogo simbolo della ristorazione meneghina.

E’ stata proprio un’esperienza emozionale per me, milanese dichiarata, invitata a pranzo da Prugne della California dopo aver partecipato ad un evento a Identità golose ed aver conosciuto lo chef Giovanni Bon che fa ampio uso di questo Superfood, le prugne, nei suoi piatti al Savini.

Tre piani, in uno storico edificio affacciato sulla Galleria Vittorio Emanuele II, che ancora oggi custodiscono attimi di storia nazionale e che hanno visto gravitare in quelle sale vere e proprie leggende del panorama internazionale.

Attualmente il locale, suddiviso in tre piani, conta di un Ristorante Gourmet, un Caffè Bistrot (pasticceria) e di un “Mini Market” per così dire, esclusivamente di nicchia, riguardante prodotti dell’alta gastronomia italiana, marchiati rigorosamente Savini. Nel 2017 ha festeggiato i 150 anni di attività.

posto_tavola_Savini

LOCATION*****

Rimane intatta la tradizione degli ambienti, molto eleganti e raffinati; i divani di velluto, i tavolini con i tipici paralumi rossi, i grandi candelabri e le fioriere in ferro battuto, gli unici arredi sopravvissuti alle devastazioni della guerra poi sono stati aggiunti specchi e magnifici lampadari in cristallo.

Ottima l’accoglienza del personale giovane, gentile e premuroso. Si entra passando da un dehor nella lounge del Caffè Savini e si prende un ascensore per arrivare al piano nobile, il primo, con le sue sale storiche affacciate sulla Galleria.

interno-Savini

L’angolo più romantico e riservato del ristorante è dedicato a Maria Callas che cenava con il magnate Aristotele Onassis. Io mi sono accomodata nella sala Toscanini (altro cliente illustre) con cucina moderna a vista e presenza di un pianoforte.

MENU’ *****

Con il menù la tradizione del locale incontra l’innovazione.  Con lo chef Giovanni Bon a pranzo è possibile degustare un business lunch a prezzi accessibili. Una cucina gourmet fatta di lavorazioni elaborate e con cotture delicate, mai troppo invasive in modo da preservare ed esatare i sapori degli ingredienti e non intaccarne i profumi. Anche nei piatti che hanno abbinamenti elaborati e che presentano moltissimi ingredienti insieme  si sentono tutti i sapori ben riconoscibili e separati tra loro, ogni ingrediente è sempre ben identificabile nel piatto.

Sono stata accolta con un bicchiere di bollicine e un assaggino sfizioso: crema di cavolo romano, verdure ghiaccio e prugne della California.

Ho scelto poi gli spaghettoni il Valentino Monograno Felicetti, prugne della California, cardamomobianco e ricci di mare. Molto buoni, cottura eccellente, abbinamento per me insolito e forse un po’ troppo dolce per i miei gusti, ma ottimo.

A seguire ho ordinato il magnifico branzino d’amo alla griglia, cipolla al Campari, asparagi e broccolo romanesco. Davvero eccezzionale, dalla presentazione alla consistenza, la cottura ed i sapori.

A seguire ho gustato un dolcino spumoso servito in un bicchierino.

Altri due piatti del menù che però non ho assaggiato ma solo fotografato sono la calamarata Monograno Felicetti al ragù di vitello, aria al Parmigiano Reggiano e scorza d’arancia ed il controfiletto di vitello al punto rosa e verdure saltate.

calamarata Savini

controfiletto Savini

Ma la sorpresa più golosa è arrivata prima del caffè con due piani di dolcezze della loro pasticceria, difficile decidere a quale rinunciare, un vero attentato alla linea.

Ho sbirciato anche il menù della sera del Savini Ristorante di Milano dove ho visto che trovano  spazio piatti sia della tradizione italiana e milanese ma anche di quella mediterranea ma rivisitati con estro, che sperimentano nuovi codici e che utilizzano i migliori prodotti disponibili al Mondo come il salmone selvaggio norvegese, lo zafferano iraniano, il fois gras francese, il pepe giamaicano o il sale Maldon inglese.

SERVIZIO ****

Come dicevo il personale è stato molto gentile e la scelta giovanile non credo sia un caso, ma pensata proprio per il business lunch  e per sottolineare l’accessibilità a tutti per questa nuova proposta.

Toilette al piano ancora superiore ma raggiungibile anche con ascensore.

Cani ben accetti.

CONTO $$

Per la formula business lunch direi assolutamente appropriato.

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Translate »
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: